ORIENTAMENTO DIDATTICA NOVITA'
presentazione
informazioni
iscrizioni
corsi e docenti
percorsi
regolamento
ordinamento
news
avvisi
archivio


:: ORIENTAMENTO - PRESENTAZIONE

Il corso di laurea specialistica in "Letterature e filologie europee" nasce da un progetto teso a valorizzare il carattere di profonda unità della cultura letteraria in Europa. Al di là dei comuni sostrati linguistici, romanzo, germanico o slavo, da cui sono raggruppate le grandi letterature europee, la loro unità si manifesta in una ininterrotta circolazione internazionale di elementi tematici, formali, retorici, metrici ecc., capace di superare la nozione di letteratura nazionale integrandola in un più ampio contesto.
Il corso si articola in tre curricula:
o Moderno e contemporaneo
o Teorico e comparatistico
o Medievale e umanistico
Nella diversità che li caratterizza, tutti e tre i curricula propongono lo studio dei testi letterari in una prospettiva sistematicamente a cavallo fra tradizione nazionale e identità sovranazionale, sviluppando un approccio filologico in entrambi i sensi della parola "filologia": sia ai fini dell'edizione e della critica del testo, sia a quelli di un'interpretazione storica, semiotica ed estetica di esso.
Grazie a queste peculiarità, la laurea specialistica in "Letterature e filologie europee" offre sbocchi molteplici, in un momento in cui si impone una pratica sempre più intensa di scambi internazionali nel mondo della cultura e del lavoro.
Forti di un'alta competenza negli studi letterari, unita a una solida preparazione linguistica in almeno due lingue straniere e a una conoscenza di base della strumentazione informatica, i laureati specialisti in "Letterature e filologie europee" potranno ambire a una carriera nel campo dell'insegnamento più qualificato e della ricerca. Essi potranno inoltre operare, con funzioni di elevata responsabilità, nei settori della comunicazione (supportata dalle nuove tecnologie), dell'editoria o dell'attività libraria, e di istituzioni culturali specifiche (quali archivi di Stato, biblioteche, sovrintendenze, centri culturali, redazioni giornalistiche), nonché presso enti e istituzioni, pubblici e privati, sia in Italia che all'estero.